Particolare tenuità del fatto, denunzie e precedenti di polizia non possono ritenersi preclusive al riconoscimento della causa di non punibilità

Il comportamento è abituale quando l’autore ha commesso, anche successivamente, più reati della stessa indole, oltre quello oggetto del procedimento. La pluralità di reati può concretarsi non solo in presenza di condanne irrevocabili, ma anche nel caso in cui gli illeciti si trovino al cospetto… Leggi di più

Art. 617 bis c.p. – Installazione di apparecchiature atte ad intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni

Art. 617 bis c.p. – La condotta, onde rivestire valenza penale, deve essere finalizzata ad “intercettare od impedire comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche tra altre persone. Art. 617 bis c.p. – Il jammer telefonico, disturbatore di frequenze, è uno strumento utilizzato per impedire ai… Leggi di più

Omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro

Omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali, importo rilevante ai fini del raggiungimento della soglia di punibilità, criterio di individuazione In tema di omesso versamento delle ritenute previdenziali ed assistenziali operate dal datore di lavoro sulle retribuzioni dei dipendenti, l’importo complessivo superiore ad euro 10.000,00… Leggi di più

Reati tributari è responsabile anche il consulente

Reati tributari commessi dal concorrente (consulente) nell’esercizio dell’attività di consulenza fiscale, configurabilità dell’aggravante In tema di reati tributari, ai fini della configurabilità dell’aggravante, nel caso in cui il reato è commesso dal concorrente nell’esercizio dell’attività di consulenza fiscale svolta da un professionista o da un… Leggi di più