Azione di risoluzione e di risarcimento, azione di recesso e di ritenzione della caparra, incompatibilità strutturale e funzionale

I rapporto tra azione di risoluzione e di risarcimento integrale da una parte, e azione di recesso e di ritenzione della caparra dall’altro si pongono in termini di assoluta incompatibilità strutturale e funzionale: proposta la domanda di risoluzione volta al riconoscimento del diritto al risarcimento… Leggi di più

Diffida ad adempiere, assenza dell’interesse del creditore all’adempimento e conseguente acquisto, da parte del debitore, di una sorta di diritto a non adempiere

La ratio legis sottesa al più generale meccanismo della risoluzione giudiziale ex art. 1453 c.c. appare principio di portata assai più ampia, e dunque legittimamente esportabile nel parallelo sottosistema della risoluzione legale, dacché permeato dell’evidente funzione di accordare moderata tutela anche alla parte non adempiente… Leggi di più

Diffida ad adempiere, essenzialità del termine e esclusività dell’interesse

Il collegamento tra la essenzialità del termine contenuto nella diffida e la (peraltro non pacifica) esclusività dell’interesse dell’intimante attiene all’atto di diffida ma non all’effetto risolutorio, che la norma ex art. 1454 c.c. mostra di considerare automatico, perseguendo la non discutibile funzione di bilanciamento di… Leggi di più

La diffida ad adempiere contiene in sé già tutti gli elementi di valutazione di una situazione attuale e attualizzata, in termini di interesse, in capo al diffidante

Il tenore strettamente letterale della norma di cui all’art. 1454 c.c. collega alla inutile scadenza del termine contenuto in diffida un effetto automatico, verificandosi la risoluzione al momento stesso dello spirare del dies ad quem indicato dal diffidante. Gli stessi meccanismi operativi previsti per le… Leggi di più

Diritto di recesso quale forma di risoluzione stragiudiziale del contratto

Il diritto di recesso è una evidente forma di risoluzione stragiudiziale del contratto, che presuppone pur sempre l’adempimento della controparte avente i medesimi caratteri dell’inadempimento che giustifica la risoluzione giudiziale: esso costituisce null’altro che uno speciale strumento di risoluzione negoziale per giusta causa, alla quale… Leggi di più

Danni per i quali è estremamente difficile fornire la prova, ricorso alle presunzioni ex artt. 2727 e 2729 c.c.

In presenza di una circostanziata denuncia alla polizia giudiziaria della natura, della qualità e del valore dei singoli oggetti trafugati – nella specie il contenuto di una cassetta di sicurezza – della prova che i danneggiati erano effettivamente proprietari degli oggetti che assumono depositati, delle… Leggi di più