Reati tributari commessi dal concorrente nell’esercizio dell’attività di consulenza fiscale, configurabilità dell’aggravante

In tema di reati tributari, ai fini della configurabilità dell’aggravante, nel caso in cui il reato è commesso dal concorrente nell’esercizio dell’attività di consulenza fiscale svolta da un professionista o da un intermediario finanziario o bancario, attraverso l’elaborazione o la commercializzazione di modelli di evasione fiscale (art. 13-bis,...
Continua a leggere »

Licenziamento disciplinare, contestazione tardiva, conseguenze

La dichiarazione giudiziale di risoluzione del licenziamento disciplinare conseguente all’accertamento di un ritardo notevole e non giustificato della contestazione dell’addebito posta a base dello stesso provvedimento di recesso, ricadente ratione temporis nella disciplina dell’art. 18 della legge n. 300 del 1970, così come modificato dal comma 42 dell’art....
Continua a leggere »

Colpa per imperizia dell’esercente la professione sanitaria, trattamento diverso e più favorevole rispetto alla colpa per negligenza o per imprudenza

Il secondo comma dell’art. 590-sexies c.p., articolo introdotto dalla legge 8 marzo 2017, n. 24 (c.d. legge Gelli-Bianco), prevede una causa di non punibilità dell’esercente la professione sanitaria operante, ricorrendo le condizioni previste dalla disposizione normativa (rispetto delle linee guida o, in mancanza, delle buone pratiche clinico-assistenziali, adeguate...
Continua a leggere »