Condominio, azioni a tutela della cosa comune ed azione di rivendica, litisconsorzio necessario, insussistenza

Le azioni a tutela della proprietà e del godimento della cosa comune e in particolare l’azione di rivendica possono essere promosse anche soltanto da uno dei comproprietari, senza che si renda necessaria l’integrazione del contraddittorio nei confronti degli altri condomini. Il diritto di ogni partecipante… Leggi di più

Sopraelevazione, intervento edificatorio che comporta spostamento in alto della copertura del fabbricato condominiale

La sopraelevazione di cui all’art. 1127 c.c. si configura nei casi in cui il proprietario dell’ultimo piano dell’edificio condominiale esegua nuovi piani o nuove fabbriche in senso proprio ovvero trasformi locali preesistenti aumentandone le superfici e le volumetrie, ma non anche quando egli intervenga con… Leggi di più

I diritti o gli obblighi dei partecipanti al condominio vanno necessariamente determinati alla luce della disciplina dettata dall’art. 1102 c.c.

In considerazione della peculiarità del condominio, caratterizzato dalla presenza di un pluralità di unità immobiliari che insistono nel medesimo fabbricato, i diritti o gli obblighi dei partecipanti vanno necessariamente determinati alla luce della disciplina dettata dall’art. 1102 c.c.: qualora il condomino abbia utilizzato i beni… Leggi di più

In tema di condominio ciascun condomino è libero di servirsi della cosa comune purché non alteri la destinazione della cosa comune e consenta un uso paritetico agli altri condomini.

In tema di condominio, ai sensi dell’art. 1102, primo comma, c.c., ciascun condomino è libero di servirsi della cosa comune, anche per fine esclusivamente proprio, traendo ogni possibile utilità, purché non alteri la destinazione della cosa comune e consenta un uso paritetico agli altri condomini.… Leggi di più