Ricorso per fallimento presentato dalla società estinta, carenza di legittimazione del creditore istante, inammissibilità

Il nuovo procedimento per la dichiarazione di fallimento non prevede alcuna iniziativa d’ufficio, ma dispone all’art. 6 l.f. che l’iniziativa provenga dal debitore, da uno o più creditori o dal pubblico ministero, così prevedendosi l’iniziativa di parte, definita efficacemente dalla dottrina come motore essenziale del… Leggi di più

Esistenza del rapporto sociale al fine della dichiarazione di fallimento del socio illimitatamente responsabile, indici rilevatori

L’esistenza del rapporto sociale, anche al fine della dichiarazione di fallimento del socio illimitatamente responsabile a norma dell’art. 147 della legge fallimentare, può risultare da indici rilevatori quali le fideiussioni e i finanziamenti in favore dell’imprenditore, allorquando essi, ancorché riguardanti il solo momento esecutivo dei… Leggi di più

La responsabilità per i danni derivanti dalla dichiarazione di fallimento configura una particolare applicazione dell’istituto della responsabilità aggravata di cui all’art. 96 c.p.c

La responsabilità per i danni derivanti dalla dichiarazione di fallimento configura una particolare applicazione, al processo fallimentare, dell’istituto della responsabilità aggravata di cui all’art. 96 del codice di rito. Di qui conseguentemente la piena legittimità della domanda diretta ad ottenere l’accertamento in via equitativa del… Leggi di più