Guida in stato di ebbrezza, circostanza attenuante della riparazione del danno

La circostanza attente comune di cui all’art. 62 n. 6 prima ipotesi c.p. è configurabile anche in relazione al reato di guida in stato di ebbrezza , non essendo necessario prendere in esame l’oggettività giuridica del reato, essendo compito del giudice accertare esclusivamente se l’imputato (prima del giudizio) abbia integralmente riparato il danno mediante adempimento delle obbligazioni risarcitorie e/o restitutorie che, ai sensi dell’art. 185 c.p., trovano la loro fonte nel reato.

Cassazione Penale, Sezione Quarta, Sentenza n. 9323 del 28 gennaio 2014 –  depositata il 26 febbraio 2014

Aggiungi Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.