Art. 2948 Prescrizione di cinque anni

Si prescrivono in cinque anni: 1) le annualità delle rendite perpetue o vitalizie; 1 bis) il capitale nominale dei titoli del debito pubblico emessi al portatore; 2) le annualità delle pensioni alimentari; 3) le pigioni delle case, i fitti dei beni rustici e ogni altro corrispettivo di locazioni; 4) gli interessi e, in generale, tutto ciò che deve pagarsi periodicamente ad anno in termini più brevi (dichiarato illegittimo dalla Corte Costituzionale); 5) le indennità spettanti per la cessazione del rapporto di lavoro.

Capo I – Della prescrizione
Sezione IV – Del termine della prescrizione
§ 2 – Delle prescrizioni brevi