Erronea decurtazione dei punti della patente di guida, giurisdizione del giudice di pace

Il meccanismo di sottrazione dei punti della patente di guida per effetto dell’accertamento dell’avvenuta violazione del codice della strada costituisce una misura accessoria alle relative sanzioni. Ne consegue che il contenzioso relativo all’applicazione di tale sanzione accessoria, nell’ambito del quale devono ricomprendersi anche le questioni relative all’erronea decurtazione del punteggio, deve ricondursi alla giurisdizione del giudice competente in materia (giudice di pace) ai sensi degli artt. 204-bis e 205 del d.lgs. n. 285 del 1992, come confermato anche dall’art. 216, comma 5, relativo alle opposizioni proponibili avverso la ulteriore misura accessoria della sospensione della patente. Cassazione Civile, Sezioni Unite, Sentenza 13 marzo 2012, n. 3936