Home » Posts tagged "Corte Costituzionale"

Art. 2 – Successione di leggi penali –

Nessuno può essere punito per un fatto che, secondo la legge del tempo in cui fu commesso, non costituiva reato. Nessuno può essere punito per un fatto che, secondo la legge posteriore, non costituisce reato; e se vi è stata condanna, ne cessano l’aseuzione e gli effetti penali....
Continua a leggere »

Art. 17 – Pene principali: specie –

Le pene principali stabilite per i delitti sono: 1) morte (soppresso) ; 2) l’ergastolo; 3) la reclusione; 4) la multa. Le pene principali stabilite per le contravvenzioni sono: 1) l’arresto; 2) l’ammenda. ( Articolo dichiarato illegittimo dallaa Corte costituzionale, sentenza 28 aprile 1994, n. 168, ha dichiarato l’illegittimità...
Continua a leggere »

Art. 22 – Ergastolo –

La pena dell’ergastolo è perpetua, ed è scontata in uno degli stabilimenti a ciò destinati, con l’obbligo del lavoro e con l’isolamento notturno. Il condannato all’ergastolo può essere ammesso al lavoro all’aperto. (Articolo dichiarao illegittimo dalla Corte costituzionale, sentenza del 28 aprile 1994, n. 168, nella parte in...
Continua a leggere »

Art. 28 – Interdizione dai pubblici uffici –

L’interdizione dai pubblici uffici è perpetua o temporanea. L’interdizione perpetua dai pubblici uffici, salvo che dalla legge sia altrimenti disposto, priva il condannato: 1) del diritto di elettorato o di eleggibilità in qualsiasi comizio elettorale, e di ogni altro diritto politico; 2) di ogni pubblico ufficio, di ogni...
Continua a leggere »

Art. 156 – Estinzione del diritto di remissione –

Il diritto di remissione si estingue con la morte della persona offesa dal reato. (La Corte costituzionale, con sentenza 19 giugno 1975, n° 151, ha dichiarato l’illegittimità costituzionale di questo articolo nella parte in cui non attribuisce l’esercizio del diritto di remissione della querela agli eredi della persona...
Continua a leggere »

Art. 376 – Ritrattazione –

Nei casi previsti dagli articoli 371 bis, 371 ter, 372 e 373, il colpevole non è punibile se, nel procedimento penale in cui ha prestato il suo ufficio o reso le sue dichiarazioni, ritratta il falso e manifesta il vero non oltre la chiusura del dibattimento.* Qualora la...
Continua a leggere »

Art. 402 – Vilipendio della religione dello Stato –

Chiunque pubblicamente vilipende la religione dello Stato è punito con la reclusione fino a un anno. ( Articolo dichiarato costituzionalmente illegittimo con sentenza n° 508 del 2000, dalla Corte Costituzionale)   Capo I – DEI DELITTI CONTRO LA RELIGIONE DELLO STATO E I CULTI AMMESSI – – LexCED...
Continua a leggere »