Home » Archive by category "Diritto Fallimentare"

Conseguenze di natura processuale alla sopravvenuta dichiarazione del fallimento

La sopravvenuta dichiarazione del fallimento comporta l’inammissibilità delle impugnazioni autonomamente proponibili contro il diniego di omologazione del concordato preventivo e comunque l’improcedibilità del separato giudizio di omologazione in corso, perché l’eventuale giudizio di reclamo ex art. 18 legge fall. assorbe l’intera controversia relativa alla crisi dell’impresa, mentre il...
Continua a leggere »

Fallimento, azione di responsabilità, mancanza di scritture contabili , criterio di liquidazione del danno

Nell’azione di responsabilità promossa dal curatore del fallimento di una società di capitali nei confronti dell’amministratore della stessa, l’individuazione e la liquidazione del danno risarcibile deve essere operata avendo riguardo agli specifici inadempimenti dell’amministratore, che l’attore ha l’onere di allegare, onde possa essere verificata l’esistenza di un rapporto...
Continua a leggere »

Verifica del limite di fallibilità

Il legislatore della riforma fallimentare, nella previsione del requisito di cui alla lett. b) dell’art. 1 l.f., deve ritenersi abbia fatto riferimento allo schema obbligatorio del conto economico, di cui all’art. 2425, e, in particolare, al suo primo raggruppamento, sub lett. a). Detto raggruppamento, oltre alle voci che...
Continua a leggere »

Ricorso per fallimento presentato dalla società estinta, carenza di legittimazione del creditore istante, inammissibilità

Il nuovo procedimento per la dichiarazione di fallimento non prevede alcuna iniziativa d’ufficio, ma dispone all’art. 6 l.f. che l’iniziativa provenga dal debitore, da uno o più creditori o dal pubblico ministero, così prevedendosi l’iniziativa di parte, definita efficacemente dalla dottrina come motore essenziale del procedimento prefalimmentare. La...
Continua a leggere »

Economia della proposta concordataria e fattibilità economica

E’ irrilevante, nell’economia della proposta concordataria e della sua fattibilità economica, l’indicazione delle prevedibile misura di soddisfacimento dei creditori. Il sindacato del giudice in ordine al requisito di fattibilità giuridica del concordato deve essere esercitato sotto il duplice aspetto del controllo di legalità sui singoli atti in cui...
Continua a leggere »